Agopuntura veterinaria


L’ Agopuntura è la tecnica terapeutica più antica e più nota della Medicina Tradizionale Cinese e la sua applicazione in Medicina Veterinaria si è sviluppata nel corso dei secoli parallelamente a quella umana.

Nel 2009 mi sono diplomata in Agopuntura Veterinaria presso la Scuola Triennale organizzata dalla Società Italiana di Agopuntura Veterinaria (S.I.A.V.) della quale nel 2012 sono diventata docente e membro del Consiglio Direttivo come coordinatore del gruppo cavalli.

Agopuntura equina

Secondo le dottrine classiche cinesi, sia il corpo umano che animale sono percorsi da un continuo flusso di energia che li attraversa: questa energia vitale, chiamata Qi, origina dai principali organi e fluisce in un sistema di canali detti meridiani. Quando il flusso scorre in equilibrio l’animale è in salute; se l’equilibrio è turbato, allora l’animale avrà delle alterazioni, patologie o dolore. Mediante l’inserimento di aghi in precisi punti del corpo dell’animale chiamati agopunti, il medico veterinario agopuntura permette di sbloccare l’energia stagnante e ristabilire un normale flusso energetico, riportando il soggetto in uno stato di salute e benessere.

Da un punto di vista scientifico, l’agopunto è un’area cutanea a bassa resistenza elettrica e grande concentrazione di terminazioni nervose libere, fasci e plessi nervosi, mastociti, vasi linfatici, capillari e venule. Quindi l’infissione dell’ago in queste aree va ad agire sul sistema nervoso centrale e periferico coinvolgendo anche altri apparati (muscolo-scheletrico, cardiovascolare e ghiandole endocrine ed esocrine). In questo modo si incrementa il circolo sanguigno, si promuove la liberazione di neurotrasmettitori e neuro-ormoni, si promuove il rilassamento di spasmi muscolari e si stimola il sistema immunitario.

Le patologie che possono essere trattate sono:

  • patologie muscolo-scheletriche (artriti, artrosi, dolore cronico, patologie degenerative);
  • patologie neurologiche (discopatie, paresi e paralisi, epilessia, sindrome vestibolare, poliradiculopatie, paralisi del nervo facciale, incontinenza urinaria e fecale);
  • patologie riproduttive e squilibri ormonali;
  • patologie urinarie (insufficienza renale, cistiti e uretriti recidivanti);
  • patologie gastroenteriche (gastriti croniche, diaree croniche, stipsi);
  • patologie dermatologiche (dermatiti allergiche, dermatiti psicogene, atopie, otiti);
  • disturbi comportamentali;
  • trattamenti pre e post chirurgici;
  • terapia del dolore.

L’ agopuntura, inoltre, trova ampio utilizzo nella medicina sportiva del cane e del cavallo, perché permette il miglioramento delle performance sportive restando un trattamento naturale e assolutamente “doping free”.

images

Il numero di trattamenti necessari dipende dal tipo di alterazione o patologia presente, dalla sua gravità e cronicità e dallo stato fisico e mentale di ogni singolo soggetto. Le reazioni indotte dall’agopuntura iniziano mediamente durante le prime 3-4 sedute, ma molto spesso si notano dei cambiamenti già dopo la prima seduta. In casi gravi, come ad esempio la paralisi del nervo facciale, può diventare necessario fare sedute giornaliere e utilizzare l’elettroagopuntura.

Per contattarmi vai alla pagina Visite e Contatti.