Archivi giornalieri: 25/03/2013


Moxibustione in medicina veterinaria

La moxibustione, o moxa, è una tecnica terapeutica in uso nella Medicina Tradizionale Cinese. Tale tecnica è molto utilizzata e diffusa anche in medicina veterinaria, dove viene utilizzata sia come singola terapia che in associazione all’agopuntura. Moxa è un termine derivato dagli ideogrammi giapponesi moe e kusa che significano erba che brucia. Questi termini fanno riferimento alla sostanza impiegata in tale tecnica e cioè artemisia essiccata (arthemisia vulgaris) e compattata in sigari oppure polvere di artemisia compressa in coni. Il sigaro di moxa viene acceso e posizionato in prossimità di punti specifici del corpo dell’animale, facendo attenzione ad evitare il contatto diretto con il mantello dell’animale per non provocare ustioni! L’origine di tale pratica è legata alla storia dell’agopuntura, ci troviamo quindi di fronte a un millenario utilizzo, come documentano i ritrovamenti di aghi usati per la moxibustione negli scavi archeologici. Da questi ritrovamenti sembra che prima dell’uso della “lana di artemisia”, venissero usati altri materiali quali piccoli rami, pietre riscaldate, bacchette di bambù.  La pratica della moxibustione era popolare in Tibet prima ancora dell’era Buddista, quindi probabilmente tale pratica ebbe inizio più di 3000 anni fa. Veniva utilizzata non soltanto da “uomini di medicina”, guaritori e medici, ma anche da gente […]