blog veterinario


Il miele, un meraviglioso rimedio per la cute dei nostri animali

“ Chi vuole il miele, deve avere il coraggio di affrontare le api” PROVERBIO AFRICANO Da millenni il miele segue l’evoluzione della società umana, nel bene e nel male. Dal canto suo questo meraviglioso dono ha sempre prodotto solo bene (a parte qualche puntura da parte delle api subita dagli apicultori!). ma ahimè troppo spesso dalla società moderna ha ricevuto solo male. Il miele è prodotto dalle api naturalmente con innumerevoli proprietà benefiche per la salute.  Nell’antico Egitto, gli apicultori seguivano la fioritura delle piante spostandosi con le loro arnie lungo il Nilo e il miele veniva riposto nelle tombe per accompagnare i defunti nel loro viaggio nell’Aldilà. Già all’epoca, il miele era utilizzato con scopo medico per trattare i disturbi digestivi e per la produzione di unguenti per la cura di piaghe e ferite. L’ ayurveda lo utilizzava come purificante, vermifugo, disintossicante, regolatore, stomachico e cicatrizzante. In Medicina Tradizionale Cinese il miele (蜂蜜 feng mi) è un alimento dal sapore dolce e tonificante del Qi dal punto di vista energetico. Il colore giallo arancio ne fa un tonificante del Qi di Milza e dell’apparato digerente. La sua azione tonificante lo rende utile in caso di debolezza del polmone, organo “maestro del Qi” […]


Curcuma, la spezia amica delle articolazioni

La curcuma è comunemente conosciuta come una spezia arancione estratta dal rizoma di una pianta che cresce per lo più in India,  appartenente alla famiglia delle Zingiberaceace. Tradizionalmente la Medicina Ayurvedica e la Medicina Cinese la utilizzano per la sue numerose proprietà benefiche. Una tra tutte, e forse quella più conosciuta anche in Medicina Veterinaria, è l’azione antinfiammatoria e antiossidante nelle patologie articolari. Il principio attivo contenuto nella curcuma, la curcumina, agisce bloccando citochine ed enzimi pro-infiammatori (COX-2), target di una categoria di antinfiammatori (anti COX-2) molto utilizzati in medicina veterinaria. Il National Institute of Health ha in atto diversi studi scientifici sulle proprietà della curcumina e l’American Academy of Pain Management ha redatto e discusso un articolo sui benefici antidolorifici nel trattamento dell’artrite reumatoide e dell’osteoartrite nell’uomo. La curcuma ha molti altri benefici come ad esempio: azione coadiuvante nella terapia antiparassitaria (come un’altra amica di colore arancio: la zucca), nel trattamento dell’epilessia, della depressione (eh, si , anche gli animali si deprimono ma… colpa nostra!) o nel trattamento di disordini digestivi o diarree.              Come somministrare la curcuma? Diversi esperti hanno osservato che l’assorbimento a livello intestinale non è ottimale. Se ingerita come polvere tal quale si […]


Conferenza “INCONTRO CON UNA VETERINARIA OLISTICA”

Vi aspettiamo numerosi SABATO 11 APRILE alle 15,30 presso il Centro olistico Suono del Vento, in VIA GALENO 27 a MILANO (MM rossa Villa S.Giovanni) per una giornata in cui parleremo di comunicazione. La comunicazione con i nostri amici è di tipo “non verbale”, fatta di segni, movimenti, toni, espressioni, emozioni. Comunicare con loro significa sintonizzarsi sulla loro lunghezza d’onda e prepararsi ad un “buon ascolto”. Parlare la loro lingua semplicemente sapendoli ascoltare, è essenziale per aiutarli a prevenire patologie importanti derivanti da atteggiamenti errati di noi umani. La prevenzione parte infatti dal rispetto della loro natura di carnivori. E nel rispetto della naturale fisiologia dell’organismo animale, come di quello umano, possiamo intervenire ascoltando i segni e praticare un semplice massaggio manuale nel punto giusto, al momento giusto. La Medicina Veterinaria non Convenzionale ci sostiene nell’approccio olistico ai nostri amici animali lavorando sulla rimozione della causa di malattia e non solo del sintomo. Per info e prenotazioni: SUONO DEL VENTO Associazione Sportiva Dilettantistica e Culturale VIA GALENO N. 27 – MILANO – MM linea rossa Villa S. G. TEL 02/43126351 – CELL 333/3535578 – 339/5924649 WWW.SUONODELVENTO.IT –    /SUONODELVENTO ingresso libero consentito ai soci o a coloro che desiderano associarsi


Funghi terapeutici in medicina veterinaria

Da più di 4000 anni le medicine tradizionali in Cina e Giappone utilizzano funghi medicinali per prevenire e trattare alterazioni o patologie. Noi tutti sappiamo che esistono funghi commestibili più o meno pregiati e funghi tossici o velenosi, ma non tutti sanno che esistono anche funghi terapeutici. Questi organismi sono importanti per l’uomo come per l’animale, grazie a proprietà terapeutiche elettive per l’endoderma che è un foglietto embrionale che si sviluppa durante la vita uterina sia dell’uomo che del cane e del gatto. L’endoderma è il foglietto embrionale più interno (insieme a mesoderma ed ectoderma) dal quale derivano sia gli epiteli di rivestimento che quelli ghiandolari del tubo digerente, delle vie respiratorie, degli alveoli polmonari, di vescica e uretra, fegato, pancreas, dotti escretorie e vie biliari, tiroide e paratiroidi. Il significato biologico dell’endoderma è quello di secernere, assimilare e assorbire acqua, aria e cibo per la sopravvivenza delle cellule dell’organismo. I funghi terapeutici sono simili alle cellule di derivazione endodermica perché si sviluppano con le stesse funzioni, utilizzano lo stesso terreno di coltura e trasformano substrati simili. Ecco dove si esplica quindi l’attività terapeutica di questi funghi: nutrono le cellule nel momento in cui queste si trovano in carenza o difficoltà durante […]


Frutta e verdura nella ciotola

Partendo dal punto fermo, anzi fermissimo, che i nostri amici cani e gatti sono carnivori in quanto hanno mantenuto durante la loro evoluzione una fisiologia “carnivora” dell’apparato digerente, ecco qualche buon motivo per aggiungere frutta e verdura alla loro dieta. Il nono libro del trattato di Paracelso sulla natura delle cose si intitola “De signatura rerum naturalium” (Sulla segnatura delle cose naturali) e spiega l’idea che tutte le cose portino una segno, “una firma” che manifesta e rivela le loro qualità invisibili. Scrive Paracelso: “tutte le cose, erbe, semi, pietre, radici dischiudono nelle loro qualità, forme e figure, ciò che è in esse” … “vengono tutte conosciute attraverso il loro “signatum” . Altri filosofi come Plotino affermavano che “ogni essere che si trova nell’universo, secondo la sua natura e costituzione, contribuisce alla formazione dell’universo stesso”. Molte filosofie e medicine antiche hanno sempre sostenuto che esiste una corrispondenza tra tutte le cose perché la Natura è un unico organismo vivente costituiti da più parti, così come lo sono l’organismo umano e animale. Quindi dai pianeti agli animali, dagli animali alle piante, dalle piante alle pietre, fino agli organi che compongono l’organismo, esiste un legame, segnalato da un segno o “firma”, che […]


Digitopressione nel gatto

La digitopressione è una tecnica di massaggio che permette di stimolare gli stessi agopunti utilizzati in agopuntura senza utilizzare gli aghi. La stimolazione è minore e più superficiale rispetto a quella che si determina grazie all’infissione dell’ago ma è da considerarsi comunque efficace e utile da fare a casa. Questa tecnica a mio avviso permette di attuare una vera e propria prevenzione perché permette di lavorare sui punti di agopuntura tutti i giorni con semplicità mentre accarezzate il vostro micio magari seduti sul divano la sera. E’ importante affidarsi alle mani del vostro veterinario agopuntore le prime volte affinché vi mostri l’esatta localizzazione dei punti da premere e massaggiare e con quale intensità o quale movimento delle dita o della mano eseguirli. La pressione che si deve effettuare sui punti deve essere leggera ma decisa per un tempo di 5-15 minuti tenendo il dito fermo sul punto o compiendo piccoli movimenti rotatori. La stimolazione dei punti di agopuntura anche se effettuata in modo semplice con la digitopressione determina rilassamento muscolare, aumento del circolo sanguigno e liberazione di neuro-trasmettitori e neuro-ormoni. Alcuni dei punti importanti utili da stimolare sono il punto YIN TANG situato al centro della linea superiore degli occhi, […]


Cavalli, stereotipie e agopuntura

Chi conosce i cavalli conosce purtroppo anche le stereotipie che spesso affliggono questi meravigliosi doni della natura. Che cos’è la stereotipia? E’ un movimento ripetuto indotto da frustrazione, stress, confinamento sociale, privazione di cibo. Queste cause sembrano brutalità lette così, ma sono purtroppo la realtà di molti cavalli sportivi che vivono spesso in box singoli, senza contatti con altri cavalli o con limitata libertà di movimento in paddock se non per allenamento. Il perché queste stereotipie affliggano i cavalli appare ancora sconosciuto al mondo della medicina occidentale ma la medicina cinese ci da una spiegazione molto profonda. Già nel 1800 si pensava alla domesticazione come origine delle stereotipie. Diversi studiosi hanno dimostrato negli anni successivi che la stereotipia nel cavallo è il risultato di ridotti tempi di alimentazione, di movimento, di relazione sociale e lo stress che porta ad alterazioni nella fisiologia nervosa di alcuni neurotrasmettitori tra cui dopamina ed endorfine. L’area cerebrale principalmente coinvolta è il nucleo striato. A questo livello agisce anche l’agopuntura che può essere d’aiuto in queste alterazioni comportamentali. La medicina cinese ci fa ragionare sulla causa primaria di questo comportamento ripetuto quale naturale necessità del cavallo di recuperare la sua naturale fisiologia. Questi movimenti stereotipati indicano […]


I 7 chakra e la Medicina Veterinaria Cinese

Si, anche nei nostri amici a quattro zampe, cani, gatti, cavalli e in ogni essere animale vivente troviamo i 7 CHAKRA. Non è semplice dire esattamente dove si trovino negli animali, perché spesso le mappe che li riportano sono trasposizioni dalle 7 posizioni che i chakra hanno nell’uomo. Esiste senz’altro una corrispondenza nell’area di pertinenza, in quanto i chakra “attraversano” tutto il corso in direzione dorso-ventrale e viceversa, quindi nn sono solo sulla parte ventrale e solo sulla parte dorsale del corpo, ma lo attraversano in toto. estratto da: http://www.siav-itvas.org/images/stories/doc/VAM/XIII_VAM/radiance_e_meridiani_straordinari.pdf  La Medicina Cinese ci viene incontro in questa ricerca dei chakra negli animali perchè esiste una corrispondenza tra i 7 Chakra e alcuni agopunti presenti su due degli 8 Canali Straordinari, più precisamente il Vaso Governatore (Du Mai) e il Vaso Concezione (Ren Mai). Questi due meridiani straordinari sono tra i primissimi canali che si formano nel feto nei quali l’energia scorre affinché il feto si sviluppi nel modo corretto veicolando le energie ereditate dai genitori a nutrire gli organi in via di sviluppo. Il Vaso Governatore è il meridiano che guida verso la retta via (il meridiano Padre) mentre il Vaso Concezione è il meridiano che nutre (il meridiano Madre). […]


Cistite felina come risoluzione di un conflitto nel gatto

La cistite nel gatto è un’infiammazione della vescica urinaria che ha diverse cause e sintomi specifici come: la minzione frequente difficoltà alla minzione dolore alla minzione sangue nelle urine Anche la medicina classica ha abbracciato lo stress come concausa di questa patologia e la terapia prevede, oltre l’utilizzo di antinfiammatori e antibiotici nelle forme batteriche, anche la riduzione dello stress. Dal punto di vista delle Medicine non Convenzionali come le Cinque Leggi Biologiche del Dr. Hamer la cistite è la risoluzione di un conflitto di separazione o di lotta per il territorio, messa in atto dall’organismo e dal cervello Già, avete letto bene: RISOLUZIONE. Secondo queste leggi biologiche, studiate basandosi sull’embriologia e la filogenesi, l’epitelio della vescica urinaria stimolato della corteccia cerebrale si assottiglia (ulcerandosi) a causa della lotta o del conflitto, e si ispessisce (infiammandosi) durante la fase di risoluzione . Tutto questo succede perché tra le finalità evolutive del gatto c’è quella di relazionarsi in gruppo e procreare. Ciò quindi prevede la conquista e il mantenimento del territorio al fine di cacciare, cibarsi e procreare. In questo contesto il conflitto principale che si presenta è quello della lotta per il territorio. Nella realtà domestica, il nostro gatto è sottoposto a quelli che la […]


La dermatite nel cane come conflitto di separazione

Secondo le 5 leggi biologiche osservate da Hamer, basate sullo studio dell’embriologia e della filogenesi, le finalità prioritarie in ordine evolutivo sono quattro: 1) il boccone per la sopravvivenza, 2) la protezione, 3) la forza e 4) la vita di gruppo. Ogni organo dell’organismo animale (uomo compreso) è strutturato per seguire queste finalità. Quando queste finalità vengono meno si instaura un conflitto biologico, in ordine: 1) mancanza del boccone o difficoltà a metabolizzarlo, 2) attacco diretto, 3) non riuscire in qualcosa, svalutazione e 4) lotta per il territorio o separazione. L’epidermide esterna o cute fa parte di quegli organi, insieme a epitelio di vescica urinaria, ureteri, uretra, dotti epatici e pancreatici, deputati allo svolgimento della vita di gruppo, che prevede conquistare e mantenere un territorio al fine di  cacciare, cibarsi e riprodursi nel branco. Di fronte alla necessità di lottare per il territorio, di separarsi dal brando o di non potersi riprodurre, l’epidermide reagisce (sotto il comando della corteccia cerebrale) assottigliandosi e ulcerandosi durante il conflitto per poi rigenerarsi e infiammarsi a conflitto risolto. Nel cane domestico il legame con i compagni di casa, sia animali che uomo, è molto forte. Questo perché spesso vengono a mancare le altre due necessità […]